Skip navigation

Tag Archives: appetito

Ho ancora nel ripostiglio due sacchetti di tortillas e un vasetto di salsa messicana “nonsochediavolocisiadentro” dal colore rosso che avevo comprato col bastardo l’ultima volta che era venuto a trovarmi.
Non fraintendetemi, a me piacciono le tortillas, anzi le adoro. Di solito non riesco ad aprire un sacchetto senza finirlo nel giro di poco tempo. Sono come una droga. Ma quei due sacchetti sono ancora lì da più di un mese. Non riesco a toccarli.
L’ultima volta che è andato via gli ho chiesto se volesse portarseli dietro, così, da mangiare durante il viaggio in treno, ma lui non li ha voluti.
In quel momento pensai che le avremmo mangiate la prossima volta che sarebbe venuto a trovarmi. Ma una prossima volta non c’è più stata. E non ci sarà mai più.
Ho provato invano a rifilarli ai miei coinquilini, ma niente di fatto.
E quei due stramaledetti sacchetti e quel vasetto sono ancora lì, che mi guardano malinconici ogni volta che vado nel ripostiglio a prender qualcosa.
Non le mangio perchè carboidrati + sale = festival della ritenzione idrica. Non le mangio perchè fanno ingrassare e la mia già fin troppo filiforme linea ne risentirebbe. Non le mangio perchè cibo e pensieri tristi ultimamente non vanno per niente d’accordo.
Ultimamente l’appetito se n’è andato e mangio solo per dare un po’ di sollievo al mio stomaco disastrato. E in ogni caso mangio solo roba “sana”, non ricerco il piacere attraverso il cibo. Non mi interessa. E’un po come se il mio appetito fosse in sciopero. Sciopera contro il mio stato d’animo. O forse è un modo per preservarlo dandomi un briciolo di soddisfazione quando mi guardo allo specchio.
Magra consolazione. In tutti i sensi.
Credo che li lascerò lì, in attesa del momento giusto. Un momento felice. Magari la prossima volta che avrò ospiti a casa o boh. Basta che sia un momento abbastanza spensierato da impedirmi di tornare con la mente a quando li ho comprati. Tanto non scadono se non tra qualche anno. E se da qui ad allora le cose non saranno migliorate beh… qualcosa mi dice che io “scadrò” molto prima di loro.