Skip navigation

Tag Archives: ossessione

… mi ero messa a dieta strettissima per te, pur non avendone necessità.
Andavo in palestra più che potevo per te, anche quando ero stanca e non me la sentivo.
Ho dato il massimo nello studio per te, perchè volevo dimostrarti quanto valevo e di cosa ero capace.
Avevo cucinato per te. Io che di solito per me non cucino mai.
Avevo comprato un completino intimo di pizzo rosso per te, e avevo intenzione di comprarne anche degli altri. Io che di solito vado avanti a biancheria spaiata low cost.
Volevo comprare un paio di polsiere da bondage per te, perchè mi avevi detto che ti sarebbe piaciuto provare. Ma per fortuna il mio sesto senso mi ha suggerito di aspettare ad ordinarle.
Uscivo con gli amici per te, e mi sbronzavo per te. Anche se tu non c’eri. Ma volevo mostrarti quanto ero autonoma e “figa” e quanto avessi una vita sociale esaltante.
Avevo ridotto le ore di sonno per te, perchè si sa, chi dorme non piglia pesci.
Avevo gli esaurimenti per te, perchè nonostante tutto questo, sentivo che ancora non era abbastanza, che ancora non ERO abbastanza.

Una settimana prima che tu mi buttassi via come un sacco di spazzatura senza alcun motivo plausibile, mi proponesti di scendere a trovarti per 3-4 giorni dicendomi che anche se una mattina dovevi lavorare sarei potuta rimanere da sola a casa tua, continuare a dormire e poi magari approfittarne della tua assenza per studiare.
E ti avrei voluto preparare una sorpresa per quando saresti tornato. Una sorpresa con le polsiere, le corde, le candele, gli stivaloni neri in pvc, e una benda per gli occhi. Mi eccitavo solo al pensiero.

Mi sentivo così sotto pressione, ma al contempo era come se dessi un significato alla mia esistenza senza senso.
Desideravo entrare a far parte della tua vita, conoscere di persona la gente di cui mi avevi sempre parlato e vedere i posti che mi avevi descritto.
Mi ero perfino fatta piacere l’idea di andare al mare.

E invece hai deciso di rimetterti con quella sciacquetta. Nonostante a tuo dire fosse così “standard”.
Con quel manico di scopa insipido che ha bisogno di tingersi i capelli di blu altrimenti non la noterebbe anima viva.

Boh… Io continuo a non capire…

Sto male sto male sto male.

Mille pensieri terribili attanagliano la mia mente e non riesco a liberarmene.

Lui non ne vuol più sapere di me, in ogni senso e in ogni caso.

E non ho fatto nulla per meritarmelo.

La mia vita fa schifo. Ho perso ogni motivazione e ogni interesse e in ogni momento mi sembra di star buttando via tempo prezioso.

Sentimenti di autosvalutazione a mille. Ansia. Pianto. Non riesco a controllarmi.

Vorrei uscire ma ho paura di uscire di casa perchè non vorrei avere una crisi in mezzo alla gente.

Non so cosa fare, non so dove andare, non so cosa voglio essere.

Ho perso la bussola. Ho perso il terreno sotto ai piedi. Ho perso tutto.

Mi sento inutile. Sono inutile.

Credo che se davvero esiste un inferno, io il mio lo sto già scontando ora.

Mi ha buttato via come un sacco di spazzatura. A quanto pare sono davvero spazzatura.

Non so come/quando riuscirò a uscirne, al momento mi sembra impossibile.

You were from a perfect world
A world that threw me away today
Today, today, to run away